Ascopiave: Salton licenziato in tronco

MULTIUTILITY Il Cda conferma le contestazioni al direttore generale
Ascopiave: Salton
licenziato in tronco

Mercoledì 20 Luglio 2011,
«A conclusione del procedimento di verifica avviato lo scorso 27 giugno 2011, dopo aver esaminato la lettera di risposta del dottor Salton alle contestazioni sollevate nei suoi confronti, il C.d.A. ha deliberato di risolvere il rapporto con il direttore generale e ha proceduto alla consegna della lettera di recesso». Quattro righe di comunicato stampa diffuso da Ascopiave chiudono la storia di Gildo Salton nella mutiutility: da ieri sera può considerarsi licenziato dall’azienda che ha guidato per oltre un decennio. Ieri pomeriggio a Pieve di Soligo è andata in scena la resa dei conti. Il consiglio di amministrazione presieduto da Fulvio Zugno ha affrontato di petto il problema Salton. Dopo settimane di polemiche il nuovo presidente e il suo predecessore, nonché direttore generale sospeso per i pesanti dubbi legati al suo contratto, si sono trovati faccia a faccia, ognuno spalleggiato dai propri avvocati. È stata una discussione anche aspra, ma condotta in un clima asettico. Ma è stata soprattutto una riunione fiume, iniziata verso le 15,30 e terminata poco prima delle 20. Oltre quattro ore di duello. In apertura di seduta Zugno ha letto la lettera con cui Salton ha replicato alle contestazioni mosse nei suoi confronti. Un documento in cui l’ex presidente ha difeso la bontà del suo contratto – «tutto alla luce del sole» – ribadendo che tutti sapevano i particolari economici che hanno tanto scandalizzato la nuova gestione leghista. Poi Zugno ha preso in mano un secondo documento, una contro-deduzione (preparata dallo studio legale di Ascopiave) in cui si smantellava punto per punto la linea difensiva di Salton. A nulla sono servite le spiegazioni seguenti. Alla fine il Cda ha messo ai voti la decisione di «risolvere» il rapporto di lavoro con l’ormai ex direttore generale. Decisione presa a maggioranza, dove il peso della Lega ha prevalso anche sulla contrarietà dei soci privati. Ora la questione si complica. Le strade percorribili sono due: un accordo bonario tra le parti per concordare una buonuscita o la causa legale che danneggerebbe non poco l’immagine della società.
Mercoledì 20 Luglio 2011,
Tutto come previsto: Gildo Salton è stato di fatto licenziato da Ascopiave che ieri pomeriggio con uno scarno comunicato di quattro righe ha risolto il contratto con il direttore generale. Si conclude così, tra polemiche e rancori, il rapporto tra Salton e la multiutility che ha guidato per un decennio facendola crescere fino a quotarla in Borsa. Ma la vicenda non è ancora conclusa. Salton potrebbe fare causa ad Ascopiave chiedendo un risarcimento milionario.

ascopiave e la lega;

Rispondi