gno’ sorman

‘Na di, vevi da si in stassion a Pordenon a tuoi gno sorman c”al tornava da venessia. A l’era plen de sent e quant ca son desmontas ai scuminsiat a siga’ “Toni” e a se giravin quatri ma a no l’era lui, Ai sigat ancia’mo e a se uoltavin dus mancu che lui! Alora ai clamat con duta la vous: “ohhh stupit!” A si e’ voltat doma lui.
racconto popolare nel friulano di Cordenons (speriamo)

Rispondi