Motivare i collaboratori in tempi di crisi (senza usare incentivi economici)

In tempi di crisi come questi le aziende hanno bisogno di raggiungere obiettivi anche difficoltosi, senza disporre di grandi risorse, soprattutto finanziarie. Si sa che il bene più prezioso nelle aziende è dato dal capitale umano e quindi come fare per chiedere risultati senza avere la possibilità di dare compensi economici?

Molto spesso ci dimentichiamo che i collaboratori hanno bisogno di gratificazioni, ma non è detto  che debbano essere monetarie. Ilya Pozin, che ha fondato la sua prima azienda, la  Ciplex, a 17 anni ha assunto un CEO proprio per organizzare il lavoro e trovare strumenti alternativi ai compensi economici. Ecco alcune cose che Pozin ha scoperto che i  managers possono implementare per incentivare i collaboratori anche in tempi di crisi.

1) Sii generoso con le lodi. Chiunque apprezza le lodi ed è la cosa più facile da dare. In più, gli elogi che arrivano dal capo supremo vanno molto lontano… più di quello che crediamo. Elogia ogni miglioramento che il tuo team riesce a fare. Quando avrai preso confidenza con la lode in via personale con il collaboratore, passa a lodarlo davanti agli altri.

2) sbarazzatevi dei managers. Progetti senza project managers?  può non sembrare corretto. Prova!! Rimuovi il responsabile del progetto o supervisore  e dai il potere di lavorare e coordinarsi a tutta la squadra, senza dover fare report al superiore, potrà essere una  splendida esperienza. Del resto cosa può esserci di peggio di perdere un supervisore? perdere un team! Lasciare lavorare le persone assieme come un team, tutti allo stesso livello, spesso produce risultati migliori e più velocemente. La gente verrà al lavoro presto, si fermerà fino a tardi e dedicherà più energia a risolvere i problemi.

3) Fai loro le tue idee. La gente odia sentirsi dire quello che deve fare. Invece di dire loro come vorresti che fosse fatto un lavoro, chiedi a loro cosa ne pensano sul modo di eseguire quel lavoro. “Vorrei che facessi così questo lavoro” diventa “pensi che sia una buona idea se facciamo così?”

4) Non criticare o correggere. Nessuno, credo proprio nessuno, ama sentirsi dire di aver fatto qualcosa di sbagliato. Se state cercando un de-motivatore, eccolo è questo qui. Provate un approccio indiretto per fargli migliorare le prestazioni, fare in modo che imparino dai loro errori ed evitarne il ripetersi. Chiedete; “era quella la cosa migliore da fare per quel problema? perchè no? Hai qualche idea di come avresti potuto fare diversamente?” In questo modo avrai una conversazione per arrivare ad una soluzione non per puntare il dito.

5) fate di ognuno un leader. evidenziate i punti di forza dei vostri migliori collaboratori e fategli sapere che a causa della loro alta esperienza saranno posti d’esempio agli altri. Potrete alzare l’asticella più in alto e loro saranno motivati a mantenere viva la loro reputazione di leader.

6) prendi un dipendente a pranzo una volta alla settimana. Sorprendili, Non fare annunci che stai stabilendo chissà quali nuove regole. Letteralmente, vai da uno dei tuoi dipendenti che intendi premiare e invitalo a pranzo con te. E’ un modo semplicissimo per far sapere che hai notato ed apprezzato il suo lavoro.

7) dare riconoscimenti e ricompense. Queste due cose possono essere fatte in diverse forme. Fare un pubblico encomio durante una riunione per quello che uno ha eseguito. Preparare concorsi o giochi interaziendali o tenere traccia dei miglioramenti affinchè siano visibili a tutti. Anche piccoli premi che non mandano in fallimento l’azienda possono funzionare, Provate cose come cene, trofei, servizi termali e targhe.

8) stabilite feste aziendali. Sono forse cose da americani ma possono funzionare anche da noi, rinsaldano il gruppo, possono dare grandi risultati. Fare una gita aziendale, organizzare feste di compleanno, organizzare un’happy hour. Non aspettate le vacanze per fare delle attività aziendali, organizzate eventi durante tutto l’anno per ricordare a tutti che siete un gruppo.

9) condividi le gioie e i dolori. Quando la vostra attività va bene, festeggiate. E’ il momento migliore per far sapere a tutti che sei grato per il loro duro lavoro. Fate capire quanto lontano può andare l’azienda quando la gente lavora insieme per il successo. Se ci sono delusioni, condividete anche quelle. Se vi aspettate alte performance, il vostro team merita di sapere dove si trova e dove deve arrivare la vostra azienda. Sii onesto e trasparente.

Rispondi