proposta di revisione del sistema SISTRI

a dimostrazione che noi “Gestori” dei rifiuti non siamo contrari, tout-court, ad un sistema di tracciabilità dei rifiuti e che vogliamo (e sappiamo) dare anche il nostro contributo per dar vita ad un “SISTRI” che sia di agevole utilizzabilità e realmente utile per combattere l’ “ecomafia” dei rifiuti, in allegato abbiamo un “progetto-sistri” realizzato da un professionista del settore in collaborazione con esperti di informatica.

Già dalla prima lettura si comprende che i propositori del “progetto” conoscono a fondo le problematiche legate alla corretta gestione dei  rifiuti, essendo riusciti a ben coniugare l’interesse pubblico con le esigenze delle imprese oneste (la stragrande maggioranza) che operano nello specifico settore.

Il progetto proposto prende spunto e sviluppa i principi contenuti nella risoluzione del 30/06/2011, n° 7/00623, già presentata in Commissione Ambiente.

Il progetto prevede, in sintesi, di una trasposizione in digitale dell’attuale sistema cartaceo associata ad una facile funzione di tracciabilità in tempo reale dei movimenti.

Nell’auspicio che condividiate il progetto proposto, Vi chiedo di inviarlo a quanti più destinatari, privati e pubblici, che possono essere interessate alla problematica; è necessaria, infatti, un’azione immediata e decisa perché il Sistri sinora proposto, così come stato impostato, è chiaramente inapplicabile ed il termine del 01 settembre è assai prossimo.

Ing. Nicola Grillo

SISTRI Proposta di Revisione

One thought on “proposta di revisione del sistema SISTRI

  1. Alla C. A. dell’Ing. Nicola Grillo,
    Preg.mo Ing. Grillo, a quanto pare il SISTRI è stato riesumato grazzie alle “associazioni” di categoria che hanno fatto leva sul governo e che altro non sono che dei parassiti dei gestori ambientali che altro non fanno che promuovere corsi di formazione a pagamento, sistemi informatici che noi operatori paghiamo con prezzi da capogiro che poi tutto sommato queste spese compresa tasse di iscrizione e di gestione vanno a sommarsi e ad incidere sui prezzi gia alti che il destinatario/commitente dei lavori dovrà sobarcarsi. Il SISTRI io credo non servirà a eliminare il fenomeno dell’ecomafia o chi si disfa dei rifiuti buttandoli incautamente, ma a mio avviso questo sistema servirà ad incrementare maggiormente tutte quelle persone che hanno dei rifiuti e che debbono disfarsene e con il SISTRI in corso non credo proprio che semplificherà chi vuole lavorare onestamente…. anzi. Preg.mo Ingegnere Grillo solo lei può riprendere la lotta… Cordialità Antonio Scanu

Rispondi