zugno: decida Salton se farci causa

«Per me la questione è chiusa
ora decida lui se farci causa»

Giovedì 21 Luglio 2011,
TREVISO – (P. Cal.) «Per me la questione è chiusa: il consiglio di Ascopiave ha discusso e poi ha deciso. Ora spetta a Salton decidere cosa fare. Se ritiene che il suo contratto sia in regola, vada pure avanti». Fulvio Zugno, presidente di Ascopiave, non parla volentieri del suo ex direttore generale. Non parla nemmeno volentieri di quanto accaduto nell’ultimo cda. Da quando ha preso possesso della stanza dei bottoni della multiutility ha sempre dovuto fare i conti con l’ombra di Salton, presidente prima di lui e poi direttore generale non proprio gradito. «Non vedo il perché di tutto questo scalpore – continua – in fin dei conti Salton rimane presidente della Holding e consigliere di Ascopiave. Il ruolo di direttore invece lo ha iniziato a svolgere solo a partire dal 28 dicembre scorso, quindi lo ha ricoperto per pochi mesi. Ora decida lui cosa fare: se procedere con una causa oppure no». Zugno cerca di non cadere nella rissa evitando di rispondere direttamente ad alcune cose detta da Salton: «Mi definisce l’esecutore di una strategia predefinita? È un’opinione sua. Noi ci siamo limitati a leggere la sua memoria e a fare le nostre controdeduzioni. Comunque Salton ha in mano una lettera di recesso del contratto, veda lui come utilizzarla. Se ci sono i margini e i presupposti di un’azione legale, la faccia pure». Zugno resta gelido e sintetico anche su un’altra affermazione di Salton che dice di essere rimasto per mesi in attesa di una proposta di Ascopiave per un accordo bonario, ma senza ricevere niente: «Basta – taglia corto Zugno – non ho più intenzione di rispondere su questo argomento. E comunque non penso che siano questi i problemi su cui dobbiamo concentrarci. L’obiettivo di tutti è fare in modo che la società possa operare al meglio e Ascopiave andrà avanti anche dopo Zugno, Salton, Gobbo e chiunque altro ci sarà dopo di noi».

 

Rispondi